Home/Appuntamenti, Corso avanzato di istruzione superiore, Home, News/Corso avanzato di istruzione superiore | venerdì 22 marzo | Arturo Baroncelli e Irene Aprile

Corso avanzato di istruzione superiore | venerdì 22 marzo | Arturo Baroncelli e Irene Aprile

Prosegue il Corso avanzato per l’avvio all’istruzione superiore, alla ricerca e alle professioni, organizzato insieme alla Fondazione don Gnocchi, con la collaborazione della Camera di Commercio di Avellino e dell’Ufficio scolastico provinciale, rivolto ai migliori studenti del penultimo anno degli Istituti superiori di Avellino e provincia, dedicato quest’anno alla “Robotica tra presente e futuro”.

Venerdì 22 marzo, a partire dalle ore 15.00, i 21 studenti selezionati avranno l’opportunità di ascoltare e confrontarsi con Arturo Baroncelli, uno dei massimi esperti italiani di robotica, dirigente del reparto robotico della torinese Comau, azienda leader a livello mondiale nella produzione di robot industriali, che interverrà su “La Robotica industriale” e con Irene Aprile, medico neurologo e coordinatrice del Gruppo di Riabilitazione Robotica e Tecnologica della Fondazione Don Gnocchi, che relazionerà su “La Robotica in riabilitazione”.

Qui il programma completo del Corso

I relatori di venerdì 22 marzo

ARTURO BARONCELLI laureato in Ingegneria meccanica presso l’Università di Pisa e la Scuola Superiore Sant’Anna, ha conseguito un diploma post-laurea in Program in Executive Development presso l’International Institute for Management Development (IMD) a Losanna (Svizzera).
Ha lavorato nel settore della robotica dal 1985 e al Comau di Torino, in Italia, dal 1988. Attualmente è responsabile dello sviluppo del business nella Business Unit Comau Robotics. Ha ricoperto ruoli all’interno dei dipartimenti di Project Management, Proposal Engineering, Product Planning, Sales & Marketing, Strategic Planning e Business Development. Dal 2013 al 2015 è stato presidente della International Federation of Robotics (IFR), dove è membro del comitato esecutivo dal 2008. Dal 1998 è membro del consiglio direttivo della SIRI, l’associazione italiana di robotica. Nel 2005 gli è stato conferito il Joseph Engelberger Award a Tokyo, il premio più importante nel settore della robotica in tutto il mondo. Ha scritto 27 articoli per varie conferenze e riviste e detiene due brevetti in automazione interpress e saldatura laser robotizzata. Tiene frequentemente lezioni in varie università su temi legati alla tecnologia della robotica e allo sviluppo del business. È stato nominato nel consiglio di amministrazione di EU Robotics nel 2015.

IRENE APRILE medico neurologo e coordinatrice del Gruppo di Riabilitazione robotica e tecnologica della Fondazione Don Gnocchi, direttore medico di una Unità Operativa di riabilitazione e coordinatrice di un Laboratorio di Analisi del Movimento presso il Centro Santa Maria della Provvidenza di Roma. Laureata con lode nel 1996 in Medicina e Chirurgia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, dove, nel 2001, dopo un periodo di studio presso l’Università di Uppsala (Svezia), si è specializzata in Neurologia; nel 2005 ha conseguito il dottorato di ricerca in Medicina fisica e riabilitativa presso l’Università Tor Vergata di Roma.
Dal 2001 conduce attività di ricerca in neuroriabilitazione e, negli ultimi anni, nell’ambito della riabilitazione robotica. Professore a contratto presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore di Roma, nel 2013 ha conseguito l’abilitazione a professore di II fascia in Medicina fisica e riabilitativa. Autore di più di 106 lavori scientifici e 34 abstract pubblicati su riviste nazionali e internazionali. Dal 2012 è membro del Gruppo di Studio sul dolore nello Stroke della Società Italiana di Riabilitazione neurologica. Coordinatrice di uno Studio Multicentrico sulla Riabilitazione robotica della Fondazione Don Gnocchi (11 centri, tra i quali anche quello di Sant’Angelo dei Lombardi).
Premi conseguiti: 30 maggio – 1 giugno 2005 Senigallia Congresso Nazionale della Società Italiana di Riabilitazione Neurologica (SIRN), con il contributo intitolato “Studio Multicentrico italiano sulla mononeuropatia peroneale: storia naturale e fattori prognostici” (selezionato tra le quattro migliori Presentazioni orali del V Congresso Nazionale SIRN).