Oronzo Reale (Lecce 1902-Roma 1988)
R. è cresciuto nel capoluogo salentino, dove sulle orme dei fratelli maggiori Egidio e Attilio, aderì giovanissimo al Partito Repubblicano. Si trasferì a Roma per studiare giurisprudenza, dove assunse anche la guida del movimento giovanile repubblicano. Subito dopo l’instaurazione della dittatura visse in clandestinità, rimanendo sotto sorveglianza delle autorità e rinunciando alla politica attiva. Negli anni seguenti R. si dedicò soprattutto all’attività di avvocato.
Nel 1942 fu tra i fondatori del Partito d’azione, diventando membro del comitato esecutivo dello stesso. Nel 1945-46, R. divenne membro della Consulta Nazionale. Nel 1947 tornò a far parte del PRI, di cui divenne segretario politico dal 1949 al 1963. Nel 1958 R. fu eletto per la prima volta alla Camera dei Deputati, venendo confermato in altre tre elezioni politiche. Fu strenuo sostenitore dei Centro-Sinistra, divenendo, nel quadro di questa formula politica, ministro della Giustizia (1963-68; 1970-71; 1974-76) e delle Finanze (1968-69). R. legò il suo nome alla legge del 22 maggio 1975, n. 152, volta alla repressione del terrorismo, ma si distinse anche nella redazioni di provvedimenti legislativi caratterizzati dall’estensione dei diritti civili, come primo firmatario della riforma del diritto di famiglia, approvata nel 1975. Dal 1977 al 1986 fu giudice della Corte Costituzionale. Morì a Roma il 14 luglio 1988.

Archivio:

Il fondo personale di Oronzo Reale è composto da 228 fascicoli, contenuti in 17 buste, con documenti che vanno dal 1902 al 1988. Si tratta di carte custodite nello studio di R. e donate dalla nipote nel 2011 alla Fondazione Luigi Einaudi per studi di politica, economia e storia.
La documentazione è organizzata in quattro serie principali: “Carte personali”, “Carte dell’attività politica” (con una specifica sottoserie dedicata al Partito d’Azione), “Materiale a stampa”, “Materiale fotografico”, ordinate, al loro interno, in ordine cronologico.
Buona parte della documentazione, oltre 11 buste, è compresa nella serie relativa all’attività politica, dove sono presenti sia carte che testimoniano il suo impegno di dirigente politico prima del PdA e poi del Partito Repubblicano, oltre che la sua attività nelle istituzioni e fascicoli su singole problematiche affrontate nel corso del suo impegno pubblico. In questa serie, inoltre, sono presenti dei fascicoli con la corrispondenza, in alcuni casi raggruppata per anni. La serie materiale a stampa – composta da 2 buste – raccoglie invece ritagli e copie di testi di e su R. o su argomenti e temi di suo interesse. La serie relativa alle fotografie contiene invece 3 buste di documentazione fotografica relative alle uscite pubbliche di R.

L’inventario è consultabile in forma cartacea presso la sede della Fondazione Einaudi.

Soggetto conservatore:

Fondazione Luigi Einaudi Onlus per studi di politica, economia e storia

La Fondazione Luigi Einaudi è un’istituzione culturale che promuove la conoscenza e la diffusione del pensiero politico liberale. L’Istituto è stata fondato nel 1962 da Giovanni Malagodi.
La fondazione promuove un’ampia serie di attività di ricerca e divulgazione culturale attraverso convegni, pubblicazioni, mostre, corsi di formazione e la “Scuola di liberalismo”. Dal 2011 coordina un progetto di valorizzazione delle opere di Luigi Einaudi, per render disponibili su internet l’opera omnia dell’ex presidente della Repubblica. L’istituto possiede una biblioteca, nata dal primo lascito di Alberto Giovannini. Il catalogo si caratterizza per la presenza di volumi inerenti scienze sociali, la storia e l’ economia politica, con un’ampia relativa alla storia Partito Liberale e al pensiero liberale italiano e straniero, anche con pubblicazioni in lingua inglese. Dal 2004 il catalogo della biblioteca è presente sul sistema bibliotecario nazionale.
La sezione archivio storico conserva diversi fondi, in parte dichiarati di notevole interesse storico dalla Soprintendenza archivistica per il Lazio, relativi sia a diverse articolazioni del partito liberale che fondi di personalità dell’area politica liberale e laica.

La documentazione è consultabile su appuntamento.

Indirizzo Piazzale delle Medaglie d’Oro, 44 – 00136 Roma
Orario di apertura: 10-17 dal lunedì al venerdì
telefono +39 06 686 5461
e-mail: info@fondazioneluigieinaudi.it
sito internet: https://www.fondazioneluigieinaudi.it/